Gentilissimi dottori,
Sono un uomo di 40 anni ed avrei bisogno di un vostro parere riguardante un sintomo che mi desta non poca preoccupazione.
Sono circa due anni, che avverto di tanto in tanto, una strana aritmia nella zona del collo.
Mi spiego, mi capita di avvertire nella zona dove vi sono le vene del collo, una sorta di sfarfallio, come se le pulsazioni impazzissero improvvisamente e perdessero il loro battito regolare. Alcune volte la durata è molto breve (circa un secondo), altre volte la durata è molto più lunga (circa 10-15 secondi) creandomi una forte ansia e preoccupazione.
Ho provato a descrivere i miei sintomi al mio medico curante il quale mi ha effettuato un ecg, dal quale ha riscontrato 2 battiti ectopici, mi ha prescritto un ecg holter 24/h, dal quale sono risultate solo 10 extrasistoli sopraventricolari e un Run-SV della durata di 7 beats alle 10:29.
Purtroppo durante le 24 ore dell’holter dinamico non ho avvertito i sintomi sopra descritti, anche se ho avuto la sensazione del sintomo per una frazione di secondi nella fascia oraria in cui si è evidenziato il RUN-SV. (ore 10:29)
Ho effettuato anche un ecocardiogramma color doppler dal quale non si evince nulla di significativo.
Preciso che tali sintomi li avverto in maniera non regolare, nel senso che ci sono giornate o settimane in cui non li avverto affatto e giornate in cui le avverto ripetutamente.
Ho letto che le extrasistole sono delle aritmie molto comuni e che quando si manifestano danno la sensazione di un tuffo al cuore, sensazione che io invece non ho mai avvertito.
Vorrei chiedere se tali sintomi sono riconducibili a delle banali extrasistoli o possono essere delle altre aritmie più pericolose. (tipo fibrillazioni…).
Grazie di tutto, Saluti.