Buonasera,

scrivo perchè da qualche tempo a mio padre, 68 anni, è stata riscontrata la tachicardia. Essendo in cura con Aliflus gli è stato consigliato di sospenderlo per capire se sia stato quello a provocarla. Dopo una settimana i battiti sono scesi da circa 130 a circa 100. Volevo sapere se può essere ancora considerata tachicardia e quindi bisogna rivolgersi ad un cardiologo, iniziare una cura con betabloccanti o se invece la situazione si stia ristabilizzando.

Grazie mille,