Salve. Ho letto alcuni studi secondo i quali eccessi di Uricemia, vitb12 e acido folico nel sangue possono provocare danni cardiocircolatori, soprattutto in anziani e soggetti cardiopatici e con ipertensione polmonare. Sono casi rari? Perché mia madre, dopo cura per grave anemia, nonostante l’uricemia rientrata nei normali parametri in 50gg di allopurinolo, ha avuto vitb12 e ac folico sempre altissimi per 2 mesi arrivando ad avere malore, sincope, coaguli e scompenso cardiaco. Nonostante prendesse cardioaspirina 75mg , bisoprololo 1.25mg e lasix 25×2 al dì per flebolinfedema arti inf. Arixtra 2.5 a cicli sospeso 2 mesi prima dal mmg.

(Anno Precedente ECD Lieve insufficienza centrale, lieve Steno insufficienza mitralica gradiente medio 4 mmhg. Insufficienza tricuspidale moderata con paps 45 mmhg. Disfunzione diastolica di I° grado. Valvulopatia mitro aortica tricuspidale con ipertensione polmonare moderata.) Enfisema polmonare, lieve Arteriopatia arti inf.
Attuale:
ECG ritmSin 75 / m sporadici battiti ectopici sopraventricolari. Deviazione assiale sinistra. turbe A.R.V.
Troponina 322 BNP 1126. leucocitosi. Pcr alto.
Dopo 10gg:
ECG: ritSin 84. norm. conduzione AV. emiblocco anteriore sx, extrasistole ventricolare, no turbe A.R.V.
Troponina 2733 CKBM 3,9 ddimero 9 su 0.5max Ischemia intestinale.

Questo blocco e deviazione a sx cosa significa? Infarto miocardio?
Vitb12 e uricemia alte hanno avuto un ruolo?
Ischemia intestinale forse era già in atto prima dello scompenso perché da 2 settimane aveva dolori all’ileo sx. Oppure lo scompenso era apparso prima sotto forma di stanchezza e rigidità fisica.
Grazie.