Ho 67 anni e dal 2003, come terapia, assumo l’Amiodarone (1 cpr per 5 volte al dì) 1 compr. di Cardioaspirin al dì per alcuni episodi di F.A e da anni faccio uso di “Bromazepan” capsule, in quanto tipo molto ansioso. (sono al corrente della pericolosità di questo farmaco quanto assunto per lungo tempo), ma sto sospendendo pian piano l’assunzione. Ora, per fortuna, non sto avendo altri episodi a parte quello del 2006, che una volta in ospedale, si è risolto spontaneamente senza l’assunzione di farmaci. Premetto che ogni anno eseguo vari esami di controllo, fra i quali l’holter dinamico nelle 24 ore, l’ecocolordoppler cardiaco ed esami vari di laboratorio ( tiroide, emocromo, glicemia, potassio, calcio…..), che a detta del mio cardiologo, sono risultati esenti da patologie particolari (gli esami del sangue sono tutti nella norma), a parte una lieve insufficienza mitralica, lieve insufficienza aortica e lieve aumento dell’atrio sx.
L’altro ieri ho tolto l’holter cardiaco e il medico dell’ospedale che lo ha letto, ha notato delle anomalie e mi ha riferito di fare vedere, al mio cardiologo, il referto che le trascrivo circa le conclusioni (ho scritto in maiuscolo la parte segnalatami dal medico dell’ospedale):

“La FC media è stata 53. La frequenza cardiaca minima è stata 38 alle 03:07. La frequenza cardiaca massima è stata 96 alle 15:14. Le pause superiori a 2.5 secondi sono state 0. Battiti Ventricolari 329, con 0 Run V e 1 Coppie V, eventi di Bigeminismo Ventricolari 0, eventi di Trigeminismo Ventricolari 0. Battiti Sopraventricolari 3306, con 4 Run SV, eventi di Bigeminismo Sopraventricolari 0 e eventi di Trigeminismo Sopraventricolari 183.
SI SEGNALA QT LUNGO DA POSSIBILE NATURA IATROGENA.”

Sono andato dal mio cardiologo, il quale mi ha riferito che l’allungamento del QT è causato dall’assunzione dell’Amiodarone, assicurandomi in tal senso e consigliandomi di mettere di nuovo l’holter fra 3 mesi e di continuare con la stessa terapia, in quanto farmaco insostituibile per la cura della F.A.
Ho voluto sentire il parere di un altro cardiologo, il quale mi ha riferito che l’espressione “QT lungo” non viene evidenziato dall’Holter dinamico, per cui è necessario fare un elettrocardiogramma, che possa monitorare l’attività elettrica del cuore., ECG che ho già prenotato.
Ora sono alquanto perplesso per i 2 pareri discordi e anche preoccupato per i rischi che si possono correre (ho letto cose non certo belle su notiziari mediche in internet).
Le sarei veramente grato se potesse sciogliere i miei dubbi.
La saluto cordialmente.